davidegrossi

La ricerca nasce da una indagine sui Rom Albanesi, condiviso con altri dieci fotografi italiani in la collaborazione con la Comunità Internazionale di Capodarco, Save the Children e UN. Le fotografie sono state scattate nel campo vicino alla Stazione Centrale di Tirana (Albania) e l'intero lavoro mostra le modalità abitative di queste persone. Si tratta di architetture spontanee e mobili costruite con materiali di scarto. La schema dei moduli si ripete in modo seriale , così come pure la modalità di fruizione. Lo spazio interno è unico e non vi sono divisioni. Nella stanza è presente solamente un letto. Le case più' belle hanno anche elettrodomestici che però non sono funzionanti, anche in considerazione del fatto che nel campo non è disponibile ne acqua, ne luce, ne gas. L'indagine fotografica viene organizzata a dittico al fine di far corrispondere ad ogni casa il relativo ambiente interno.

loading